Carrube

5,89 €
Tasse incluse
500 gr 11,78 € al kg Origine:Sicilia
Quantità

  • Raccolte e Spedite Raccolte e Spedite
  • Spedizione Gratis Spedizione Gratis
  • Imballaggi Riciclabili Imballaggi Riciclabili
Un legume dimenticato ricchissimo di proprietà benefiche per il nostro organismo e utilizzatissimo per realizzare molte ricette della tradizione. Le carrube sono ricchissime di proteine, fibre e nutrienti. È alimento senza glutine. Macinando i suoi semi è possibile ottenere una farina dolce, ottima per la preparazione di dolci e dessert. Prodotto selezionato e spedito da Noi di VulcanoFood 4 Carrube: proprietà, benefici e valori nutrizionali Scopri tutti i segreti di questo prodotto! Oltre alle proprietà appena elencate, le carrube sono anche un alimento antiacido e antisecretivo gastrico. Esse, infatti, contengono acqua, proteine, zuccheri, grassi, fibre e ceneri. Le carrube sono un alimento calorico e quindi anche molto energetico. Facciamo un esempio? In 100 grammi di carrube troviamo un apporto per il nostro corpo di ben 207 calorie. Potassio, calcio, sodio, fosforo, magnesio, zinco, selenio e ferro sono i sali minerali presenti nelle carrube; per quanto riguarda le vitamine, invece, al loro interno sono presenti quelle del gruppo B (B1, B2, B3, B5, B6 e B12), la C, la E, la K, la J e l'acido folico. Inoltre, un elemento che magari tutti non sanno è dato dal fatto che le carrube sono un alimento completamente privo di glutine e quindi consumabile senza nessun problema anche da chi soffre di celiachia. Scopri di più sul produttore Carrube e diabete Oltre a poter essere consumare dai celiaci, le carrube, grazie al loro basso indice glicemico, sono un alimento adatto per chi soffre di diabete. È comunque del tutto indispensabile consultare un medico, prima di iniziare un trattamento a base di polvere di carrube , proprio perché nei pazienti diabetici è stata anche riscontrata una rilevante variazione dei livelli di insulina. Come se non bastasse, esse sono una fonte considerevole di antiossidanti, che quindi contrastano l’invecchiamento della pelle e delle cellule, oltre, cosa non da poco, utile a prevenire i malanni di stagione. Tutto questo, grazie alla massiccia presenza dei flavonoidi. Carrube: come si mangia? Un'ottima alternativa al cioccolato Le carrube sono sempre più considerate come un alimento alternativo al cacao e al cioccolato. Le parti utilizzate del carrubo sono dunque i frutti che si trovano all’interno dei baccelli, riconosciuti con qualità officinali e simili a quelli dei fagioli, e la farina di frutti. Esse possono essere consumate sia fresche che secche. I frutti del carrubo, inoltre, possono anche essere messi sotto essiccazione e subito dopo macinati per ricavarne una polvere utile a contrastare il colesterolo alto e regolare il livello di zucchero nel sangue. Una curiosità è relativa alla colorazione di questi baccelli: in una prima fase sono di colore verde, mentre con la maturazione tendono a diventare marroni. Inoltre, i semi di carrube sono piuttosto pesanti e assai duri: ed è proprio a causa di queste caratteristiche che nel corso del tempo sono stati soprannominati carati, ed in passato venivano anche utilizzati come unità di misura dell’oro. Come consumare la farina di carruba La farina di carrube si ottiene direttamente dai semi del frutto e viene prettamente utilizzata come sostituto del cacao e del cioccolato, soprattutto per quanto riguarda la preparazione di bevande e di dolci. Inoltre, anche la pasta di carrube viene usata per la realizzazione del cioccolato. L’uso in campo alimentare dei semi, che sono molto duri, riguarda comunque soprattutto la produzione della farina. Nel settore dell’erboristeria, l’estratto secco delle carrube viene utilizzato insieme allo zenzero in casi di sindrome da colon irritabile. Una chicca è che la farina di carrube si può utilizzare anche nella preparazione delle tagliatelle fatte in casa. Come consumare i semi di carruba I benefici della farina di carrube I semi di carrube, durissimi, sono del tutto immangiabili. Tuttavia, però, possono regalarci un’ottima farina, da un processo di macinatura, dai molteplici usi e benefici: questa farina, a sua volta, contiene una elevata quantità di carrubina, che ha la capacità di assorbire una quantità di acqua superiore a 100 volte il suo peso. Parte dei succedanei, ossia dei surrogati, del cioccolato sono ottenuti dalla pasta o persino dai semi delle carrube. Come se non bastasse, parecchi addensanti e gelificanti di prodotti alimentari sono ottenuti dalla farina di semi di carrube. E, come da tradizione popolare, i semi di carrube macinati in farina vengono utilizzati come anti-diarroici. Le ricette Le carrube in cucina hanno molteplici usi ed uno più buono dell’altro. Si spazia dagli gnocchi, realizzati con l’aggiunta della farina di carrube, al classico risotto che si impreziosisce con il sapore delicato e unico che le carrube gli offre. Ed ancora ravioli di ricotta, tagliatelle, gelo, biscotti novecento, biscotti alla mandorla e carrube, gelato, fino ad arrivare ad uno dei dolci più conosciuti e rinomati della tradizione siciliana, i cosiddetti mostaccioli: essi sono realizzati con il vino cotto (o in alternativa con il miele) e le carrube. Grazie al loro straordinario potere addensante, le carrube possono essere impiegate anche per la preparazione di confetture, salse per condimenti, vellutate e creme dolci. Ricetta per la crema dolce alle carrube Lasciate in forno 150 grammi di nocciole pelate, per circa 10 minuti a 170°, finché non diventano dorate. Mentre raffreddano, frullate insieme a 80 grammi di zucchero di canna grezzo fino ad ottenere un impasto morbido. Aggiungere il latte di riso (o in alternativa anche l’acqua), quanto basta per ottenere la giusta consistenza cremosa. Infine, unire la farina di carrube, continuando a frullare il tutto. La crema si può servire subito oppure dopo averla lasciata riposare in frigo, qualora fosse ancora troppo liquida.
1000000 Articoli